Peschiera: articoli

Search

Pin It

Peschiera e la pesca

Pesci in abbondanza, numerosi i pescatori, imbarcazioni di varia foggia, feste, ricorrenze e personaggi.

Peschieradelgarda GardAmore 01 2016 117

La pesca è stata, a Peschiera del Garda, attività economica, base del nutrimento, stile di vita no al secondo dopoguerra. proprio dalla pescosità delle sue acque deriva il nome piscaria con cui i longobardi sostituirono il toponimo romano Arilica. oggi, memoria e cultura materiale sono ben conservate nel museo della pesca e delle Tradizioni locali presso la Sala Radetzky della Caserma d’Artiglieria di por- ta Verona. Tre le linee-guida per il visitatore: immagini, oggetti e cimeli esposti; i racconti appassionati di Rolando Righetti, Giordano Turina ed Enza Lonardi dell’Associazione Amici del gondo- lin; il libro di grande interesse scritto da Gianluigi Miele Il pesce, la festa e la penitenza edito da Cierre edizioni. Ecco un capitolo emblematico sull’importanza di peschiera nell’economia ittica, grazie al fatto di essere luogo lacustre e fluviale, là dove il fiume Mincio esce dal Garda.

Lo stabilimento dei Fratelli Lugo

“Alla ne dell’ottocento e nei decenni successivi era presente a peschiera uno stabilimento che, oltre a svolgere le funzioni di incubatoio, raccoglieva e conservava il pesce per la commercializzazione. Era posto presso l’imboccatura del Mincio e quindi le vasche, che contenevano il pesce vivo consegnato giornalmente dai pescatori, erano alimentate dall’acqua fresca proveniente dal fiume, indispensabile per la sopravvivenza delle trote. la caratteristica più importante dell’impianto, che lo fa ricordare ancor oggi agli anziani arilicensi, era la macchina che produceva il ghiaccio, probabilmente unica sul lago all’epoca... il primo mercato era quello di Milano, ma il pesce gardesano poteva raggiungere anche la Francia, l’Austria e la Svizzera...” dove si esportava quel- lo più pregiato come trote, anguille, carpioni, mentre “alborelle, sardelle, tinche e carpe erano collocato nel mercato di Verona, Peschiera o nelle località limitrofe”.

Peschieradelgarda GardAmore 01 2016 120

Mirabilia

Oggetti di culto, proprio all’inizio del museo, sono il Gondolino gardesano (in versione rielaborata) e l’anguilara di ne ’800, recuperata dai fondali sottostanti il ponte dei Voltoni nel 2007. Seguono una Jole, tipica imbarcazione a remi originaria del lago di Como, un tempo utilizzata nelle regate che si svolgevano tra i comuni benacensi; una piccola torbetta, che non è una vera e propria imbarcazione pur mantenendone le forme, ma una specie di contenitore del pescato che, una volta riempito, veniva affondato dai pescatori per mantenere in vita i pesci e recuperarli al bisogno o per la vendita.
Usciti dalla galleria, si entra nella prima delle otto stanze del museo dove, adagiata su un anco, si trova una vecchia spingarda con trazione a pedali, imbarcazione utilizzata sul Garda per la caccia alle folaghe e agli anatridi presenti nello specchio di lago di fronte a peschiera.
Decorano la barca una serie di stampi, che i cacciatori utilizzavano come richiamo per ingannare i volatili e portarli a tiro di fucile. Dalla stanza della spingarda si passa a quella dei motori e dei pezzi di meccanica navale con una serie di vecchi fuoribordo perfettamente funzionanti. Ed ecco i locali con le attrezzature per la pesca e scene appese alle pareti tratte dal libro
“i pescatori del Garda” di Giorgio Vedovelli. Non può mancare la stanza dei “calatafari” i vecchi mastri carpentieri
che costruivano e facevano manutenzione alle imbarcazioni, spesso a bordo lago. Suggestive le immagini della peschiera di una volta, tra cui le foto di Rosella Orlandi
ultima e forse unica donna pescatrice, tuttora attiva.
Con i saluti degli Amici del gondolin, la visita si conclude davanti alla modernità: il sandolin, un’imbarcazione parente prossima dell’attuale kajak completamente in legno e un tipico canotto da lago, un’imbarcazione a chiglia utilizzata ancora oggi dai pescatori sul Garda.

text: Claudia Farina / photos: Bams, Fishing Museum Archive

Orari
Il museo è aperto Sabato, Domenica e Festivi dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 16:00 alle 18:00, Luglio e Agosto fino alle 22:00

Prezzo biglietto
Ingresso libero e gratuito

Per prenotare visite guidate:

Tel. Rolando +39 338 2734508, Giordano +39 348 3157964

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.amicidelgondolin.it

 

Download GardAMore

GardAmore 2017 04 1 copertina   GardAmore 2017 03 1 copertina GardAmore 2016 02 1 copertina GardAmore 2017 04 1 copertina

 

 

 

 

Pin It

Peschiera: Escursioni, Enogastronomia e curiosità

Peschiera e la pesca

Peschiera e la pesca

Pesci in abbondanza, numerosi i pescatori, imbarcazioni di varia foggia, feste, ricorrenze e personaggi.

Leggi

Peschiera: Curiosità del luogo e dintorni

Peschiera del Garda: Curiosità del luogo e dintorni

I resti della rocca; il bastione pentecostale (2250 m. di lunghezza).

Leggi

Peschiera: Passeggiate ed escursioni

Peschiera del Garda: Passeggiate ed escursioni

Peschiera del Garda è un ottimo punto di partenza per lunghe passeggiate o giri in bicicletta.

Leggi

logo

JoomBall - Cookies