Padenghe: articoli

Search

Pin It

Padenghe, terra di lago e di colli

Padenghe ha sfidato le ingiurie del tempo e le ire del potente che  per assicurarsi il  tranquillo possesso della Riviera, nel 1509, ne aveva decretato la demolizione.

Ma il Castello  è ancora lì, baluardo e vedetta alle porte della Valtenesi. Edificato per dar riparo dalle incursioni dei barbari oggi si offre alle pacifiche incursioni di visitatori e di turisti che dal colle su cui sorge si spingono ad ammirare panorami mozzafiato, sul sottostante paese e sulla distesa del lago, sulla penisola di Sirmione, sulla dirimpettaia riviera veronese  e sulle colline dell'alto mantovano, consentendo nei giorni più limpidi di ammirare, lontano, il profilo dell'Appennino emiliano.

È il luogo simbolo di Padenghe; al suo interno, tre file di case ancor oggi abitate e stradette parallele larghe poco più di due metri; a ridosso della cinta muraria principale e della torre da cui si accede all'interno del castello, il Castellino, un tempo destinato ad ospitare una guarnigione militare, ora convertito a spazio teatrale che ospita una parte delle rappresentazioni  e degli spettacoli che nei mesi estivi  vengono proposti dall'amministrazione pubblica a cittadini ed ospiti.

Padenghe è  paese di lago e di colline, paese di borghi e di contrade che conservano il fascino antico; Pratello, Monte, Castello, Villa, i nomi delle contrade che nel moderno adattarsi all'ordinato gusto del bello si propongono come luoghi da gustare nella  più rilassante tranquillità.

Poco distante dal Castello, in basso , ma in posizione altrettanto panoramica, è l'antica pieve di Sant'Emiliano, edificio d'arte romanica tra i più raffinati dell'intero  bacino gardesano, per il variegato uso di conci di colore diverso che le conferisce la nota cromatica caratteristica del romanico veronese. E giù, nel cuore del paese,  uno scrigno d'arte è rappresentato dalla Chiesa Parrocchiale :  edificata nel 1580 conserva opere di artisti della grande tradizione cinquecentesca  bresciana e veneta quali Zenon Veronese e Paolo Farinati, raffinate testimonianze di scultura settecentesca come le Virtù dell'Umiltà e della Castità di Antonio Calegari e le  sette statue lignee raffiguranti la Deposizione del grande scultore bresciano del XVIII secolo Beniamino Simoni.

Accanto alla bellezza dei suoi borghi e dei suoi capolavori Padenghe propone una grande varietà di  ambienti e luoghi naturali in cui è piacevole passeggiare ora percorrendo stradette e viottoli di campagna,  respirando il profumo dell'erba fresca, stupiti dalla varietà dei fiori che colorano campi e siepi e vallette  e residuali zone umide attorno alle quali, nella bella stagione fioriscono  numerose specie di orchidee.

Ora costeggiando il lago, lungo la spiaggia,  attrezzata con un discreto lungolago, realizzato con tecnica non invasiva e rispettosa dell'ambiente.  Un ben organizzato sistema di percorsi consente di raggiungere con facilità le varie zone del territorio, dal lago alla collina alle campagne ai parchi, sia  a piedi  che in mountain bike, facendo trekking o semplicemente passeggiando in tutta tranquillità.

Per scoprire che Padenghe è terra di eccellenze  nella produzione di vini  ed olio extravergine d'oliva. Poche  aziende,  che però prestano grande attenzione alla qualità, aprendosi alla curiosità dei visitatori e alla vendita  diretta dei loro prodotti o all'ospitalità agrituristica. Un' ospitalità cordiale e qualificata  accoglie, nelle strutture ricettive del paese, i turisti sia che  intendano trascorrere una tranquilla vacanza di totale relax sia che si vogliano dedicare alla pratica sportiva, nelle numerose attrezzature  sia pubbliche  che private, o nei centri balneari e nautici.

Pin It

Padenghe: Escursioni, Enogastronomia e curiosità

Padenghe: la storia

Padenghe, terra di lago e di colli

Padenghe ha sfidato le ingiurie del tempo e le ire del potente che  per assicurarsi il  tranquillo possesso della Riviera, nel 1509, ne aveva decretato la demolizione.

Leggi

Padenghe: panoramica

Padenghe sul Garda

Il centro di Padenghe, sovrastato da una collina fortificata, giace un chilometro a sud-ovest del Lago di Garda, nei pressi della baia di Desenzano.

Leggi

logo

JoomBall - Cookies